Gli Requisiti ESEF

A partire dall’anno finanziario 2020, tutte le società quotate nei mercati regolamentati dell’UE sono tenute a preparare le proprie relazioni finanziarie annuali in ESEF. L’Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati, comunemente denominata ESMA, ha presentato un elenco di requisiti ESEF che ogni rapporto deve soddisfare per essere conforme.

La storia dietro i requisiti ESEF

Nel 2013 la direttiva sulla trasparenza è stata modificata per includere l’obbligo per gli emittenti di preparare le proprie relazioni finanziarie annuali in un unico formato elettronico. L’ESMA è stata incaricata di sviluppare gli standard tecnici di regolamentazione (RTS) che specificano il formato. Quello che hanno inventato è stato ESEF, o European Single Electronic Format, che è un formato iXBRL. Qui puoi imparare di più sul tema reporting ESEF.

Quali sono i requisiti ESEF?

Le disposizioni dettagliate del formato elettronico unico europeo (ESEF) sono contenute negli standard tecnici di reporting (RTS) su ESEF che sono inclusi nel rapporto finale su RTS su ESEF.

Tutte le relazioni finanziarie annuali (AFR) devono essere preparate nel formato xHTML, che è leggibile all'occhio umano e può essere aperto con qualsiasi browser Web standard.

Gli AFR contenenti dichiarazioni consolidate in conformità con gli International Financial Reporting Standards (IFRS) devono essere etichettati con tag XBRL, che rendono le informative in questione leggibili da un computer.

Il bilancio consolidato deve contenere tag XBRL incorporati nel file XHTML nel formato iXBRL per poter combinare i vantaggi dei dati con tag XBRL con la presentazione visiva degli AFR.

Le informazioni finanziarie vengono strutturate seguendo regole ed ordine di uno specifico dizionario ESEF meglio noto come tassonomia. La tassonomia utilizzata per ESEF è un'estensione della tassonomia IFRS.

I preparatori dei file devono marcare le divulgazioni utilizzando l'elemento di tassonomia con il significato contabile più vicino alla divulgazione sottoposta a mark up. Se l'elemento di tassonomia più vicino travisa il significato, l'emittente deve creare un elemento di tassonomia denominato "estensione" e ancorare l'estensione all'elemento di tassonomia di base.

Quando si produce un file XHTML da inviare, gli emittenti devono eseguire il markup in modo dettagliato includendo i rendiconti finanziari principali, come conto economico, stato patrimoniale, rendiconto finanziario e prospetto delle variazioni del patrimonio netto.

Il manuale reporting ESEF

L’ESMA ha creato il Manuale di rendicontazione ESEF per presentare alle aziende una guida su come aderire ai requisiti ESEF e delineare le questioni comuni relative alla creazione di documenti iXBRL.

Il manuale è stato pubblicato originariamente a dicembre 2017, ma da allora è stato aggiornato a luglio 2019 e luglio 2020.

Si prevede che l’ESMA aggiornerà ulteriormente il Manuale di segnalazione ESEF poiché ha affermato che monitorerà continuamente gli sviluppi del mercato e raccoglierà feedback dalle principali parti interessate, in modo che possano fornire ulteriori indicazioni.